• Italiano
  • English
  • Deutsch
There are no translations available

In breve

L'artista Agnese Johnson in breve: una vita per l'arte

Agnese Johnson ha frequentato l'Accademia di belle arti ad Amburgo (Hochschule für bildende Künste), ha trascorso inoltre 6 anni in America, a Los Angeles per  tornare in Ticino, dove svolge la sua attività artistica, dapprima nel Mendrisiotto (suo luogo di origine) ed ora nel Luganese, per l'appunto a Torricella, nella sua antica, magica casa vicino a Lugano, con pozzo, cantine, corte, ecc.

Strategia: una galleria permanente in Ticino come fulcro e volano, centro di attività artistiche e culturali.

Alcune foto su: dove lavoro, chi sono .

pdf Flyer Agnese Johnson: percorso d'arte

Biografia

Agnese Johnson è nata a Mendrisio.

Ha frequentato le scuole d'obbligo a Stabio e Mendrisio dove ha completa una formazione di base. Lavora in seguito alcuni anni a Chiasso e Zurigo.

Lascia poi la Svizzera per Amburgo, Germania, dove realizza il suo sogno : studiare arte, presso la rinomata Accademia di Belle Arti di Amburgo, la “Brera del Nord”.

Completati gli studi, lascia la Germania alla volta dell'America: vive, lavora e studia in California (Los Angeles) per alcuni anni.

Negli anni novanta rientra in Ticino, vive e lavora a San Pietro di Stabio.

Per quanto riguarda l'aspetto figurativo della sua espressione, si forma alla Scuola Superiore d'Arte di Amburgo (KHBK, Kunsthochschule für bildende Künste: Freie Kunst). Fu proprio il  Prof. Kretzer,  presso detta scuola, a dare una direzione al  suo esordio artistico. L'aiutò a focalizzare il motivo per cui lei desiderasse fare arte, cosa lei volesse raggiungere, comunicare con questo.
Tale domanda allora fu un po' scioccante, in quanto generalmente si pensava che occorresse frequentare una scuola per imparare  la tecnica!  Ma il professor Kretzer sottolineava soprattutto l'importanza della forza del messaggio come base di tutto. La tecnica si impara… ma se manca la stoffa di fondo, tutto cade.

AJ si buttò di conseguenza, in modo giocoso e passionale, nella raffigurazione con disegni, pastelli, olii, tecniche miste delle sue visioni, dei suoi ricordi, delle sue osservazioni di vita.
È così è ancora oggi: lavora con accanito divertimento, che è il modo più costruttivo per creare qualsiasi cosa.
Spesso e volentieri diversi  materiali appaiono nei suoi lavori: traspare lo spirito di gioco e di ricerca.

Il suo forte interesse per la ricerca interiore predomina spesso nei suoi quadri: lo sforzo è di costruire un canale fra il mondo metafisico e l'osservatore. Mentre crea un'opera si sente fungere da canale che riceve un messaggio dall'etere destinato a persone ricettive che un giorno coglieranno la sua missiva, interagendo.

La sua caratteristica principale è sicuramente la varietà del linguaggio e del suo approccio artistico che si esprime nei dipinti con la tecnica mista, ma anche con l'acquarello, l'olio su tela, la combinazione di materiali, in un tripudio di colori e materiali: ne risulta un inno alla ricchezza e diversità della vita, alla natura e un richiamo alla spiritualità più profonda.

Nelle sculture, apprezza la creta, ma si cimenta anche con altri materiali.

La figura umana spesso predomina. Il materiale usato varia a seconda dell'esigenza. E` un'artista completa poiché, oltre che con  pittura/scultura, si esprime tramite la danza ed è cantautrice.

Ha esposto in passato ad Amburgo, Kopenhagen (Danimarca), Los Angeles (USA). Recentemente in Ticino a Chiasso (Finterbank), a Locarno (UBS), Lugano.

L'arte di AJ

Nei quadri di AJ ricorrono alcune tematiche costanti: quasi sempre la figura umana è presente; figure sottili, donne slanciate, contorte o meditative, persone inserite in un contesto di tensioni, figure protese verso un’altra dimensione, soprattutto quella spirituale, ma talvolta anche quella sociale o ecologica moderna.

All’inizio della sua creazione, l’espressione raffigurava piuttosto racconti di vita vissuta, punti di vista, emozioni. Mentre ora gran parte dei suoi dipinti e sculture cercano di conferire l’idea dell’Essere al di là del fare e dell’avere, un’ esistenza oltre il tangibile: le sue figure testimoniano attimi eterni e intendono attirare l’osservatore in questa zona di pace eterea, in contrasto con quella caotica odierna  della materia.

DSC03870 Galleggiando Prigione o libertà[b] Sabbie mobili[b] DSC03867 DSC03869.JPG DSC03878.JPG  

 

 

Last Updated ( giovedý, 01 settembre 2011 )